Comunicazioni varie:

Sostenere la cultura- ART BONUS

 


Risultati immagini per ART BONUS


Nasce "Art bonus", credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura.

Aziende, singoli cittadini e cittadine: tutti possono diventare “mecenati” del proprio Comune. A rendere possibile e conveniente sostenere la cultura sul proprio territorio è l’“Art Bonus”, previsto nel decreto-legge del 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni nella legge 29 luglio 2014, n. 106.
Il decreto legge introduce un regime fiscale agevolato di natura temporanea, sotto forma di credito di imposta, nella misura del 65 per cento delle erogazioni effettuate nel 2014 e nel 2015, e nella misura del 50 per cento delle erogazioni effettuate nel 2016, in favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano erogazioni liberali in denaro per interventi a favore della cultura e dello spettacolo.

In particolare il credito d’imposta del 65% è riconosciuto per le donazioni a favore di:
1. interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici;
2. musei, siti archeologici, biblioteche e archivi pubblici;
3. spese di investimento per Teatri pubblici e Fondazioni lirico sinfoniche

Risultano beneficiari del credito d’imposta:
le persone fisiche e gli enti non commerciali nei limiti del 15 per cento del reddito imponibile;
i soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui.
 

Le donazioni possono essere effettuate avvalendosi esclusivamente di uno dei seguenti sistemi di pagamento, specificando chiaramente la causale:

  1. Bonifico bancario IBAN: IT81Y0521679130000000000499
  2. versamento presso il tesoriere.

La ricevuta del versamento dovrà essere conservata dal cittadino donatore ed esibita in sede di dichiarazione dei redditi per avere diritto allo sgravio fiscale tramite credito d’imposta. Maggiori informazioni sono comunque reperibili nella circolare 24/E 2014 emanata dall’Agenzia delle Entrate (in allegato).

Tutto ciò che il Comune farà con le erogazioni ricevute dovrà esser rendicontato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Anche online è ora possibile effettuare verifiche: nel sito del Mibact  è infatti attiva una sezione relativa, nella quale sono consultabili da tutti le informazioni sulle donazioni e sugli interventi realizzati e in corso d'opera.  Ogni "sponsorizzazione" è resa trasparente e pubblica attraverso il  link che trovate qui sotto.

Il Comune di CASTIONE ANDEVENNO ha individuato come progetti emblematici EX CHIESA SAN ROCCO.
 

Allegati:

Apri documento pdf Decreto Legge 31 maggio 2014 n. 83 - Dimensione: 90 KB
Apri documento pdf Circolare 24/E del 31 Luglio 2014 Agenzia delle Entrate - Dimensione: 75 KB